L.i.s.a.  L.i.s.a.
L.i.s.a.

Ultimo aggiornamento : 19/02/2010

Home
prof. Pasquale Sabbatino
Didattica
Eventi
Master
Progetti di Ricerca
Riviste
Articoli e Recensioni
Proposte di Drammaturgia
Dizionario autori di teatro
Artes Renascentes
Contatti

 

PROGETTI DI RICERCA

 

Biblioteca teatrale sulla camorra e sulla cultura della legalità

Le descrizioni e guide di Napoli nel Rinascimento

La scrittura dell'arte

Il teatro a Napoli tra Otto e Novecento

Il giornalismo letterario a Napoli tra Otto e Novecento

Giordano Bruno

 

 

 

Biblioteca teatrale sulla camorra e sulla cultura della legalità

 

 

Le descrizioni e guide di Napoli nel Rinascimento

 

Il progetto sulle "descrizioni" e "guide" della città di Napoli tra XVI e XVII sec. fa parte del più vasto Programma di Ricerca scientifica di rilevante Interesse Nazionale (P.R.I.N. 2005) coordinato, a livello nazionale, dal prof. F.F. Mancini (Università degli Studi di Perugia) e, per la specifica Unità di ricerca di Napoli, dal prof. Pasquale Sabbatino (Università degli Studi di Napoli Federico II).

Il titolo della ricerca napoletana è "La più amena e dilettevole parte che abbia il mondo". Il viaggio a Napoli nelle relazioni, guide, memorie scritte e figurative tra XVI e XVII secolo.

 

Progetto

 

P. Sabbatino, "La più fruttifera parte e dilettevole parte di Italia". Il ritorno a Napoli nell'Arcadia del Sannazaro, in «Studi Rinascimentali», 6, 2008, pp. 15-26;

C. A. Addesso (a cura di), Ioan Berardino Fuscano, Le Stanze sovra la bellezza di Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2007  (visualizza solo il testo);

G. Scognamiglio, Carlo Celano descrittore di Napoli, in «Letteratura & Arte», 3, 2005, pp. 227-250;

R. Manfredi, «La più amena e dilettevole parte che abbia il mondo. Napoli nei 'ritratti di città del Cinquecento», in «Studi Rinascimentali», 3, 2005, pp. 153-169;

C. A. Addesso, La componente storica nelle descrizioni della città di Napoli del XVI secolo, in La letteratura e la storia, Atti dell'XI Congresso Nazionale dell'ADI, a cura di E.Selmi - C. Varotti, Bologna, Gedit, 2007, pp. 359-71;

C. A. Addesso, «Un sepolcro di candidissimi marmi & intagli eccellentissimi». Sannazaro nelle "guide" di Napoli, in «Studi Rinascimentali», 3, 2005, pp. 171-198;

 

 

La scrittura dell'arte

 

Il progetto La scrittura dell’arte, coordinato da Pasquale Sabbatino, si pone l’obiettivo di analizzare, da un punto di vista critico e filologico, l’ampia produzione, soprattutto memorialistica, che ha per protagonisti pittori e, in generale, artisti, i quali decidono di fissare nella scrittura la propria singolare e irripetibile esperienza esistenziale.

Il gruppo di ricerca è composto da docenti universitari, da dottori e dottorandi di ricerca in Lettere e in Filologia Moderna.

 

Progetto        Bibliografia

 

P. Sabbatino, Il "Trionfo della Galatea" di Raffaello e "Il Libro del Cortegiano" di Castiglione. Il dibattito sull'imitazione nel primo Cinquecento, in «Studi Rinascimentali», 2, 2004, pp. 23-48;

P. Sabbatino, Imitazione e illusione. Leonardo da Vinci, Varchi, Marino, Milizia, in «Studi Rinascimentali», 3, 2005, pp. 11-27;

P. Sabbatino, Scritture di artisti: Celentano, Duprè, Toma, in «Letteratura & Arte», 4, 2006, pp. 191-209;

V. Caputo, «Un passatempo bello, utile e dilettevole»: la forma dialogica dei "Ragionamenti" di Giorgio Vasari, in «Studi Rinascimentali», 3, 2005, pp. 97-112;

  V. Caputo, I Ricordi di D. Morelli tra «Corriere di Napoli», «Atti» dell’Accademia e «Napoli Nobilissima», in Giornalismo letterario a Napoli tra Otto e Novecento. Studi offerti ad A. Palermo, a cura di P. Sabbatino, Napoli, ESI, 2006, pp. 489-511;

V. Caputo, Una «bella ed onorata schiera d'uomini»: il poeta «singolare e rarissimo» Sannazaro nella scrittura vasariana, in «Studi Rinascimentali», 4, 2006, pp. 29-49;

  V. Caputo, Gli 'abusi' dei pittori e la 'norma' dei trattatisti: Giovanni Andrea Gilio e Gabriele Paleotti, in «Studi Rinascimentali», 6, 2008, pp. 99-110;

  V. Caputo, Edoardo Dalbono scrittore,«Napoli Nobilissima», V serie, IX, 2008, pp. 145-52; 

   V. Caputo, Da letterato a cardinale. La vita bembiana di Beccadelli, in Civiltà italiana e geografie d’Europa (XIX Congresso AISLLI. Trieste Capodistria Padova Pola, 19-24 Settembre 2006), a cura di B. Da Rif, D. Garofano, Trieste, Nuova Accademia, 2009, pp. 13-15

 

Domenico Morelli, Ricordi della scuola napoletana (digitalizzazione a cura di Vincenzo Caputo)

 

 

Il teatro a Napoli tra Otto e Novecento

 

La ricerca sulla letteratura teatrale a Napoli tra Otto e Novecento, finanziata dall'Assessorato all'Università e Ricerca Scientifica della Regione Campania, è sviluppata presso il Dipartimento di Filologia Moderna 'Salvatore Battaglia' ed ha alle spalle, in particolare nell'ultimo trentennio, una robusta tradizione di studi sulla drammaturgia italiana ed europea.

L'équipe, composta da illustri esperti e giovani studiosi, è coordinata dai proff. Giuseppina Scognamiglio e Pasquale Sabbatino.

L'intento è affrontare alcuni nodi, come il rapporto piuttosto complesso tra lingua e dialetto, analizzare gli sviluppi della critica teatrale e la funzione della stampa, mettere a fuoco aspetti particolari delle maggiori figure di spicco tra autori, autori-attori e attori che tentano la strada della 'scrittura'. Si va, dunque, da Francesco Mastriani a Vincenzo ed Achille Torelli, da Eduardo Scarpetta a Salvatore di Giacomo e Roberto Bracco, da Salvatore de Muto a Raffaele Viviani fino a Massimo Troisi.

 

P. Sabbatino, La scrittura teatrale di Anna Maria Ortese, in «Rivista di Letteratura teatrale», 1, 2009, pp. 141-150;

P. Sabbatino (a cura di), Peppino De Filippo e la comicità nel Novecento. Atti del Convegno Napoli-S. Giorgio a Cremano, 24-26 marzo 2003, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2005

G. Scognamiglio (a cura di), La scrittura che accende la scena. Studi e testi teatrali da Bracco a Troisi, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2007;

G. Scognamiglio (a cura di), Sullo scrittoio di Partenope. Studi teatrali da Mastriani a Viviani, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2006;

C.A. Addesso, Per una ricostruzione bibliografica di Peppino De Filippo autore, in Peppino De Filippo e la comicità nel Novecento, cit., pp. 458-498;

C.A. Addesso, Rea formicolante, in «Forum Italicum», spring 2007, pp. 155-175;

C.A. Addesso, Il teatro 'alla Mastriani' tra manoscritti e riduzioni a stampa, in «Rivista di Letteratura teatrale», 1, 2008, pp. 75-93;

  V. Caputo, Biografie e immagini di Sannazaro: dalle vite cinquecentesche ai drammi ottocenteschi, in Jacopo Sannazaro. La cultura napoletana nell’Europa del Rinascimento, a cura di P. Sabbatino, Firenze, Olschki, 2009, pp. 365-387.

 

Il giornalismo letterario a Napoli tra Otto e Novecento

La ricerca sulla letteratura dei giornali a Napoli tra Otto e Novecento è un omaggio rivolto dai suoi allievi al professore emerito di Letteratura Italiana Antonio Palermo.

Dal suo insegnamento di Letteratura italiana moderna e contemporanea prima e di Letteratura Italiana poi, presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II", vari studiosi sono stati iniziati all'approfondimento dell'Ottocento e del Novecento napoletano, con particolare attenzione al giornalismo letterario. Sin dagli anni Settanta questi orizzonti di studio, aperti dall'Ateneo federiciano, si sono progressivamente affermati in Italia, con la parallela promozione di analoghe ricerche in altre aree geografiche e con la ricca produzione di risultati nuovi ed interessanti.

L'abitudine al dialogo, la curiosità critica di Antonio Palermo, la sua apertura al lavoro dei giovani, la sua generosità nel trasmettere un patrimonio culturale hanno segnato in modo incisivo, lungo un trentennio, gli interessi di quanti hanno frequentato le sue lezioni, la sua metodologia di ricerca e sono stati guidati dal suo magistero.

Con questa ricerca sul giornalismo letterario, offerta al Maestro ed amico, si vuole segnalare il persistente interesse per un filone di ricerca che, lungi dall'esaurirsi, richiede indagini sempre più mirate sui singoli periodici e un intervento urgente delle istituzioni per costituire in Campania un osservatorio regionale sul giornalismo.

 

Giornalismo letterario a Napoli tra Otto e Novecento. Studi offerti ad Antonio Palermo, a cura di Pasquale Sabbatino, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2006 (visualizza copertina, Introduzione ed Indice)

 

 

 

 

(sito curato da: Cristiana Anna Addesso)